Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Nell’ambito della Festa della Rinascita, nel quartiere di Labaro, a Roma Nord, si è svolto un dibattito dedicato alla memoria di Ernesto Che Guevara che ha visto la partecipazione di molti compagni e compagne.

Gli oratori sono stati presentati dal compagno Mario Ruggiano, responsabile dell’area dibattiti della Festa, il quale, durante la sua introduzione, ha ricordato ciò che sta avvenendo in America Latina.

Il primo intervento di Marco Papacci, segretario del Circolo di Roma dell’Ass.ne Italia-Cuba, è stato incentrato sull’analisi di due domande poi rivolte agli altri due ospiti dell’iniziativa, vale a dire Jorge Sosa, Consigliere Culturale dell’Ambasciata di Cuba in Italia e il giornalista Fulvio Grimaldi.

Le domande riguardavano due brani tratti rispettivamente da un discorso del Che all’ONU nel 1964 e da un intervento di Fidel Castro nel 1989.

Entrambi gli ospiti hanno sottolineato l’importanza dell’esempio dato dal Guerrigliero Heroico.

Grimaldi ha narrato come nel 1967, mentre si trovava in Palestina come inviato di Paese Sera, avesse visto molti combattenti palestinesi indossare pullover con l’effige del Che Guevara.

Sosa, invece, ha ricordato con emozione la manifestazione che si svolse a La Habana in ricordo della morte del guerrigliero cubano-argentino e l’esempio che molti cubani hanno dato seguendo l’esempio internazionalista del Che Guevara.

Rispondendo alla seconda domanda entrambi hanno concordato sulla grande lungimiranza politica del Comandante Fidel Castro che già nel 1989 aveva previsto la dissoluzione dell’URSS e aveva espresso la certezza che Cuba avrebbe resistito alla caduta del campo socialista.

Dopo un breve dibattito con i presenti, i ringraziamenti di Marco Papacci e Mario Ruggiano hanno chiuso l'incontro.

F. Grimaldi, M. Ruggiano, J. Sosa, M. Papacci - Roma, 30/06/07Parco Marta Russo - Roma, 30/06/07Parco Marta Russo - Roma, 30/06/07F. Grimaldi, M. Ruggiano, J. Sosa, M. Papacci - Roma, 30/06/07